Lunedì 10 Dicembre 2018

Achillea (Achillea millefolium L.)

Pianta aromatica medicinale

FAMIGLIA : Composite.
 
NOMI VOLGARI : Millefoglie - Millefoglio - Achillea - Erba dei tagli - Sanguinella - Erba formica - Erba del soldato - Stagnasangue.
 
DESCRIZIONE : Pianta aromatica medicinale, è chiamata millefoglio perchè presenta foglie sfrangiate, che si staccano direttamente dal fusto rigido e non ramificato. Perenne a carattere infestante, a un fusto eretto, striato ricoperto di fitti peli, alta 50-60 cm., si trova in terreni incolti e ai margini di viottoli. Non soffre ne la siccità ne il freddo, teme però i ristagni idrici e l'eccesso di umidità. Le foglie sono alterne e pelose, durante la crescita, perdono la peluria, sono di un colore grigio verde con un gradevole aroma, le foglie di questa pianta, sono ricche di vitamine e sali minerali. I fiori sono piccoli e riuniti in vistosi corimbi, bianchi e rosati, tavolta dal rosa pallido al rosa acceso, sono raggruppati ed allineati alla medesima altezza, la fioritura aviene in primavera-estate, i piccoli fiori sono caratterizzati da un profumo acre. I frutti sono acheni compressi senza pappo.

Leggi tutto: Achillea (Achillea millefolium L.)

Artemisia (Artemisia vulgaris L.)

FAMIGLIA: Asteraceae

NOMI VOLGARI: Assenzio selvatico -Assenzio volgare - Amarella -Romanina - Erba da fratti - Arcimisa maturi - Antamilia - Assenzio delle siepi - Erva vranca - Autamilia - Urtmia - Rettimisia - Arcimesa- Canapaccia.

DESCRIZIONE: E’ una pianta erbacea perenne con una grossa radice legnosa da cui escono i fusti. Il fusto è eretto striato e ramosissimo ricoperto da una fitta peluria biancastra, ha un' altezza che può' arrivare fino a 150 cm. I fiori ermafroditi, di diverse tonalita' di giallo, sono riuniti in infiorescenze globose o a pannocchia, la fioritura avviene in estate, e prosegue fino ai primi periodi d' autunno. Le foglie dell' artemisia, sono dentellate e simili a quelle del prezzemolo, di colore grigio chiaro, tendente al grigio verde, sono coperte da una fitta peluria, e sembrano essere vellutate.I frutti sono dei piccoli acheni senza pappo.

Leggi tutto: Artemisia (Artemisia vulgaris L.)

Bardana (Arctium Lappa)

La Bardana è una pianta biennale con fusto robusto e scanalato

FAMIGLIA: Compositae

NOMI VOLGARI: Lappa - Lappola - Artiglio - Cappellaccio - Causarazzi - Cuoppo - Dapazza - Erba porcina - Gardalan - Zecchitella - Cima de rani - Lappolaccio

DA SAPERE: La Bardana è una pianta biennale con fusto robusto e scanalato, che può raggiungere i 2 m.di altezza. Lungo il fusto, le foglie sono alterne, verdi superiormente, grigiastre e vellutate nella pagina inferire, di forma ovale, sono molto grandi alla base. A fiori di color viola - rosacei, poco appariscenti, riuniti in corimbi con capolini peduncolati, sferici, contornati da brattee verdi uncinate, fiorisce da giugno ad ottobre, nel secondo anno di vita. I1 frutto è un achenio bruno-nerastro, con pappo formato da corte setole. La sua radice e' lunga, carnosa, bruna esteriormente e bianca internamente.

Leggi tutto: Bardana (Arctium Lappa)

Basilico (Ocimum basilicum L.)

Famiglia: Labiate
Altri nomi del basilico: Ocimo
Descrizione:
Pianta erbacea perenne alta fino a 50 cm, con foglie lanceolate di colore verde chiaro; i fiori, bianchi o rasati, sono disposti in mazzetti terminali.
Dove si trova:
Il basilico è originario dell'India e dell'Indonesia, dove cresce spontaneo, ma fin da tempi remoti viene coltivato in Europa; è diffuso nelle regioni tropicali e subtropicali dell'America e di tutto il mondo.

Leggi tutto: Basilico (Ocimum basilicum L.)

Borragine (Borago officinalis L.)

Famiglia: Boraginaceae

Altri nomi: Boragia - Borrana - Buglossa vera - Buresa - Burraina - Burrane - Burraxi - Lingua rada - Vorraina - Vurrane.

Descrizione: Erbacea annuale, alta 30-60 cm, ricoperta di peli biancastri ed ispidi. Fusto eretto, robusto, cavo, ramificato in alto. Foglie alterne, le basali (2-4 x 5-8) picciolate, quelle superiori sessili, ovato-oblunghe, ondulate al margine. Fiori azzurri, o raramente rosei, in infiorescenze scorpioidi terminali o ascellari. Epoca di fioritura da aprile ad ottobre.

Leggi tutto: Borragine (Borago officinalis L.)

Borsa di pastore (Capsella bursapastoris)

Famiglia: Brabicaceae

Altri nomi della borsa di pastore
Barlet, borsacchina, bursa de mazzone, capsella, cimino, erba borsa, raperina, scarselline, vurza di picuraru

Descrizione: La Borsa di pastore è una pianta erbacea annuale, a volte biennale; ha dei peli semplici e i fusti eretti (alti fino ad 80 cm), sono spesso ramificati, soprattutto in piante cresciute in ambienti ricchi di sostanze nutritive. Se viene stropicciata ha un odore solforato. Le foglie basali sono riunite in rosetta, il loro picciolo è corto ed hanno forma variabile; le foglie del fusto sono sessili, hanno forma sagittata e sono amplessicauli. I fiori, in numero elevato, sono inseriti su racemi senza foglie; i singoli fiori sono molto piccoli, hanno 4 sepali verdi e 4 petali bianchi.I frutti sono a forma triangolare con la base a forma di cuneo e l’apice incavato e ricordano le borse dei pastori abruzzesi.

Leggi tutto: Borsa di pastore (Capsella bursapastoris)

Cardo dei lanaioli (Dipsacus fullonum)

FAMIGLIA: Dipsacacee.

NOMI VOLGARI: Cardo dei lanaioli - Scardaccione - Pettini di lupo - Cardo da panni - Rissolo - Cima dei pastori - Lattugone - Verga del pastore - Cardo di venere - Pettenaro.

DESCRIZIONE: Alta da 80 cm. a 2 mt. biennale, robusto, munito ovunque di corti aculei. La pianta presenta grossi capolini ovoidali munite di bratte in reste acuminate e ricurve, il fusto e le foglie sono spinosi. I fiori sono capolini ovoidali, con brattee lineari appena spinose, corolle lilla fino a 1 cm. con lobo superiore più sviluppato degli altri tre; tra i fiori sono presenti numerose brattee acute sporgenti. La pianta fiorisce a luglio-agosto, i fiori lilla si presentano prima nella metà del capolino, per poi continuare ad aprirsi verso l'alto, i frutti sono piccoli acheni di forma allungata.

Leggi tutto: Cardo dei lanaioli (Dipsacus fullonum)

Cardo giallo (Scolymus hispanicus)

FAMIGLIA: Compositae.

NOMI VOLGARI: Cardogna - Cardo giallo - Scardiccione - Cardo colino - Scolino - Cardoncello selvatico - Cardo Scòlimo - Guardabue - Cardaburdue - Barba gentile - Carciofo piccolo.

DESCRIZIONE: Pianta erbacea perenne. E' una pianta robusta, presenta fusto e foglie molto spinosi, e fornita di una vigorosa radice, la pianta può arrivare fino a 120 cm. di altezza. A fiori avvolti da brattee spinose, di colore giallo è sono riuniti in capolini distribuiti sia nella parte inferiore delle foglie che nella parte terminale del fusto. Fiorisce da giugno ad agosto.

Leggi tutto: Cardo giallo (Scolymus hispanicus)

Cardo Mariano (Silybum marianum L.)

Cardo Mariano (Silybum marianum L.)Famiglia: Asteraceae

Sinonimi: Silybum mariae (Crantz) S.F. Gray, Silybum maculatum Moench

Altri nomi: Cardo mariano, Cardo santo, Cardo asinino, Cardo macchiato, Cardo lattato.

Descrizione: Pianta erbacea biennale spinosa, che nel primo anno produce una rosetta di foglie e nel secondo lo scapo fiorale alto 100 -150. Le foglie lunghe 30-40 cm, hanno la superficie macchiata di bianco, sono di un bel colore verde lucente, bordi spinoso e ondulato, lobato, dentato con lobi triangolari che terminano in una robusta spina. Le foglie inferiori sono picciolate mentre quelle del fusto sono sessili, amplessicauli e meno dentate. I fiori sono ligule riunite al centro di capolini al termine dei rami, sono di color porpora e sono circondate da brattee spinose. I frutti sono acheni ovali e oblunghi di colore scuro e sormontati da un breve pappo a setole biancastre.

Leggi tutto: Cardo Mariano (Silybum marianum L.)

Centocchio (Stellaria media)

FAMIGLIA: Cariofillace.

NOMI VOLGARI: Ciantuacchiu - Centocchio comune - Paperina - Budellina - Mordigallina - Morso di gallina - Paravazza - Erba oselina - Gallinella - Peverascia.

DESCRIZIONE: Pianta annua, di aspetto erbaceo, a fusti fragili tavolta di colore rossastro e molto ramificanti. Presenta radici sottilissime. I piccoli fiori bianchi hanno un calice di 5 sepali, si chiudono quando sta per piovere e durante la notte per riaprirsi alla mattina. I frutti sono capsule globose con numerosi semi. Il nome generico è di origine latina e si riferisce all'aspetto stellato dei fiori. Molti nomi comuni fanno riferimento alla sua funzione di mangime per pennuti, che si dimostrano particolarmente avidi dei suoi semi e delle piante giovani.

Leggi tutto: Centocchio (Stellaria media)

Cicoria selvatica (Cichorium intybus)

FAMIGLIA: Composite.

NOMI VOLGARI: Cicoria selvaggia - Radicchio - Cicorella - Mazzocchi - Cicoria sarvaggiola.

DESCRIZIONE: Pianta perenne, di aspetto erbaceo, eretto, ramosa con fusto rigido e peloso, con numerose ramificazioni, raggiunge un'altezza vicino al mt. I fiori di colore celeste con capolini ascellari avvolti da brattee cigliate, che si aprono al mattino e si chiudono nel pomeriggio o con il brutto tempo. Le foglie hanno la parte superiore pelosa, la radice lunga e ramificata, tagliata spande un latice bianco dal sapore molto amaro. I semi sono acheni color sabbia.

Leggi tutto: Cicoria selvatica (Cichorium intybus)

Crespigno comune (Sonchus oleraceus)

FAMIGLIA: Composite.

NOMI VOLGARI: Attacalepre - Crespignolo - Crespinio - Cicebita - Grespino comune - Lattarolo - Cardedda fimmina - Cardedda fimminedda - Crespigna.

DESCRIZIONE: Ha differenza del crespigno spinoso, il crespigno comune, ha alcuni spinulosi, foglie opache lisce. E' una pianta annuale, può arrivare fino a 1 mt. di altezza, presenta un fusto cavo eretto. A foglie più o meno allungate e dentate. I fiori, sono di colore giallo, sono riuniti in capolini disposti in cime corimbiformi. I frutti sono acheni oblunghi con tre coste longitudinali munite di piccolissime spine. La sua invadenza nelle colture è tale che viene considerata pianta infestante.

Leggi tutto: Crespigno comune (Sonchus oleraceus)

Crespigno spinoso (Sonchus asper)

FAMIGLIA: Composite.

NOMI VOLGARI: Crespino spinoso - Grespigno spinoso - Cardedda mascula - Cardedda - Cardeddra - Cardedda spinusa.

DESCRIZIONE: Ha differenza del crespigno comune, il crespigno spinoso ha acheni lisci, foglie lucide, spinulose. Pianta eretta, alta da 30 a circa 100 cm. ha un fusto cavo e fragile, poco ramificato, la radice è piuttosto grossa e, se recisa, secerne un lattice bianco, come pure le altri parti della pianta. Le foglie, lucide, spesse, pungenti, ricordano i cardi. Ha fiori tutti ligulati di colore giallo pallido, succesivamente si forma il pappo, di color bianco lucente, che presto si sfalda nella disseminazione. Il frutto è un achenio costoluto e rugoso. Fiorisce tutto l'anno.

Leggi tutto: Crespigno spinoso (Sonchus asper)

Echinacea (botanica)

Echinacea è un genere di piante erbacee perenni della famiglia delle Asteraceae, originarie del Nord America, comprendente nove specie d'interesse ornamentale ed erboristico.

Introduzione: Nella moderna serinicultura sono stati introdotti numerosi integratori alimentari utilizzati come functional feed ossia come mangimi in grado di apportare effetti benefici sulla salute degli animali. L’utilizzo di echinacea quale integratore alimentare, nonostante l’elevato costo, ha riscosso negli ultimi tempi un grande successo tra gli allevatori.

Leggi tutto: Echinacea (botanica)

Erba cardellina (Senecio vulgaris)

FAMIGLIA: Composite.

NOMI VOLGARI: Erba cardellina - Senecione - Senecio comune - Calderina - Calderaja - Cardillo - Calderugia - Solleciola - Verzellina - Solliccione.

DESCRIZIONE: Pianta erbacea annuale / biennale con un ciclo breve che si compie in due o tre mesi dalla germinazione del seme, può raggiungere i 50 cm. di altezza. Ha un fusto fragile, eretto, e poco ramificato. Le foglie sono alternate, con i margini dentati. I fiori ermafroditi, sono raccolti in piccoli capolini che formano una infiorescenza terminale a corimbo. I fiori sono gialli e molto piccoli con corolla tubolare e nella parte terminale, sono presenti cinque piccoli denti. Fiorisce durante tutto l'arco dell'anno, la pianta produce moltissimi semi, che vengono dispersi dal vento grazie ad un pappo hanno una germinazione di tipo superficiale.

Leggi tutto: Erba cardellina (Senecio vulgaris)

Erba mazzolina (Dactylis glomerata)

FAMIGLIA: Graminacee.

NOMI VOLGARI: Falascina - Erba mazzolina - Mazzucchella - Mazzaredda - Affuca cavaddri - Covettina.

DESCRIZIONE: E' una pianta erbacea perenne sempreverde, con un profondo sistema radicale, ed un'altezza che può superare 140 cm. di altezza. Le foglie sono ruvide, di colore verde scuro che a volte vanno sul violaceo, con lunghezza che varia da 30-60 cm. Le infiorescenze sono erette, le spighette, sono raccolte in ciuffi all'estremità delle ramificazioni. Ha fiori ermafroditi, fiorisce in luglio-agosto, tavolta anche prima. L'impollinazione avviene tramite vento.

Leggi tutto: Erba mazzolina (Dactylis glomerata)

Fiordaliso stoppione (Centaurea jacea)

FAMIGLIA: Compositae.

NOMI VOLGARI: Erba amara - Fiordaliso stoppione - Stoppione - Centaruea.

DESCRIZIONE: Pianta perenne eretta, alta fino a 100 cm. A fiori viola-porpora, l'involucro del fiore quando è secco presenta, squame marrone chiaro. Le foglie sono un po dentate. Il frutto è un achenio bianco. L'altezza di queste piante varia da 5 a 12 dm (massimo 15 dm). La forma biologica è emicriptofita scaposa (H scap), ossia sono piante perenni, con gemme svernanti al livello del suolo e protette dalla lettiera o dalla neve, dotate di un asse fiorale eretto e spesso privo di (o con poche) foglie. Queste piante possono presentarsi con un habitus più o meno glabro, oppure tomentoso oppure sono cosparse di peli setolosi.

Leggi tutto: Fiordaliso stoppione (Centaurea jacea)

Il Caccialepre ( Reichardia picroides )

Il Caccialepre è una pianta erbacea perenne, appartiene alla grande famiglia delle compositae, fornita di una radice legnosa, allungata e ingrossata dalla quale nel periodo invernale si sviluppa una rosetta di foglie dalla forma variabile: allungata-obovva, ablanceolata, intera o seghettate di colore verde-glauco. In primavera inoltrata crescono i fusti eretti, alti 20-60 cm più o meno ramosi, che possono avere o no una o due biforcazioni, hanno foglie mediane simili alle basali ma sessili e amplessicauli e le superiori ridotte e più o meno intere. Le infiorescenze a capolino sono sorretti da lunghi peduncoli, che partano dalla parte terminale delle ascelle delle foglie. I fiori sono gialli, gli esterni di norma con una striscia scura bruna o purpurea. I frutti di 2-3 mm, sono acheni di due tipi: gli esterni scuri, solcato e rugosi gli interni chiari e quasi lisci. La fioritura avviene quasi tutto l`anno e le foglie persistono in ogni stagione assumendo, però, un colore più scuro al sopraggiungere dell`estate.

Leggi tutto: Il Caccialepre ( Reichardia picroides )

Il Piattello (Hipochoeris radicata)

Famiglia: Asteraceae

Nome volgare: costolina, petaciun, costola d’asino, costa d’asino, ingrassaporci, scarnetta, piattello

Etimologia: Il nome del genere fa riferimento all’apprezzamento dei maiali (in greco choìros) per le parti sotterranee della pianta, mentre quello della specie alla posizione delle foglie, innestate sostanzialmente sulla radice. I nomi comuni fanno per lo più riferimento alla posizione appiattita sul terreno delle foglie, come per “piattello”, all’evidente nervatura (costola) o all’essere pianta ricercata dai maiali, “ingrassaporci”.

Leggi tutto: Il Piattello (Hipochoeris radicata)

Pabbio comune (Setaria viridis)

FAMIGLIA: Graminaceae.

NOMI VOLGARI: Nchiappa nchiappa - Pabbio comune - Attaccacalze - Pannocchiella - Falso Panico - Pesarone.

DESCRIZIONE: Questa pianta di tipo infestante può arrivare ai 50 cm. di altezza. Le foglie sono caratterizzate da un colore verde intenso ed hanno una nervatura centrale, al centro spunta uno stelo dove all'apice è situata una pannocchia di 7-10 cm., di colore verde sfumata di violetto. Vegeta tra aprile-luglio e può infestare le colture a ciclo presenti in quel periodo la si trova sopratutto nelle piantagioni di pomodoro, e può causare anomalie nell'acrescimento delle radici. La dispersione dei semi, avviene in molteplici modi, tra i quali ricordiamo, cha la spiga resta saldamente attaccata agli indumenti delle persone e agli animali, come i cani, ed anche gli uccelli sono veicolo di trasporto del seme.

Leggi tutto: Pabbio comune (Setaria viridis)

Piantaggine (Plantago major)

FAMIGLIA: Plantaginacee.

NOMI VOLGARI: Lingua di cane - Cinquenervi - Piantaggine maggiore - Lingua d'oca.

DESCRIZIONE: Pianta erbacea perenne muore ogni inverno e germoglia nuovamente verso la primavera. I gambi portano i fiori ermafroditi riuniti in spighe cilindriche, e ognuno dei fiori diventerà una capsula ovale-oblunga contenente da 10 a 20 semi. I fiori sono lunghi e stetti, in spighe cilindriche, di colore verde, lunghe fino a 20 cm. Quando i semi giungono a maturazione, la capsula si apre in due e i semi cadono a terra. Fiorisce da marzo-settembre.

Leggi tutto: Piantaggine (Plantago major)

Poa (Poa annua)

FAMIGLIA: Graminaceae.

NOMI VOLGARI: Poa - Fienarola annuale - Gramigna delle vie.

DESCRIZIONE: È una piccola pianta, fibrosa, con radici robuste. Cresce fino a 15–25 cm di altezza. Spesso presenta portamento prostrato a causa del calpestio che ben sopporta. La spiga è a perta e di forma triangolare lunga 5-7 cm. Le spighette misurano 1 - 2 cm, il periodo di fioritura è lungo, e formano spighe lasse appaiate o debolmente ramificate, a volte si tingono di viola. Le foglie sono verde brillante, corte e spuntate alle estremità, morbide, con forma simile a quella di una piccola canoa, morbide, aderiscono lungamente al fusto. Le foglie sono risoperte da una sottile peluria sui due lati e con margini finemente dentellati. A volte vi è una pelosità più pronunciata trasversalmente. Le ligula è tronca ed argentea. Confronta con la Fienarola comune Poa pratensis, che presenta ligula squadrata, e Poa trivialis, che è sempre tronca ma non argentea. Fiorisce durante tutto l'anno ad eccezione dei periodi più freddi. Il seme matura e germina per 8 mesi all'anno. La germinazione è rapida, e fiorisce dopo 6 settimane, formando i semi per poi seccarsi.

Leggi tutto: Poa (Poa annua)

Portulaca (Portulaca oleracea)

FAMIGLIA: Portulacaceae.

NOMI VOLGARI: Ntracchia - Porcellana - Procacchia - Procaccia - Sportellacchia - Porcellana comune.

DESCRIZIONE: Pianta annua, di aspetto erbaceo, con fusti cilindrici, cavi internamente, spesso di colore rossastro, molto ramificati, che si intende pogiata sul terreno, può arrivare all'altezza di 20 cm. Le foglie sono lunghe 1-2 cm. di colore verde chiaro, carnose esessili con apice tronco. I fiori piccoli solitari o in gruppi di 2-3 con petali di colore giallo, i fiori si aprono per poche ore durante il mattino, solamente quando c'è il sole. I frutti sono delle capsule contenenti moltissimi semini di colore nero. Questa pianta ha la capacità di far riserva d'acqua nelle foglie.

Leggi tutto: Portulaca (Portulaca oleracea)

Rapunzia (Oenothera biennis)

FAMIGLIA: Onagracee.

NOMI VOLGARI: Bella di notte - Erba vitella - Enagra - Rapunzia - Marovegia zale - Blattaria virginiana - Onagra - Erba degli asini - Primula della sera.

DESCRIZIONE: Si tratta di una pianta bienne, che supera facilmente il metro di altezza, con una grossa radice e fusto eretto. Le foglie sono ovaidali allungate lunghe dai 10 ai 20 cm. con bordo dentellato e sono acute all'apice. Ha grandi fiori gialli ermafroditi, formati da 4 petali di colore giallo hanno un buon profumo, si aprono nel tardo pomeriggio, per richiudersi la mattina successiva. Concluso il ciclo biennale, la pianta muore. Il frutto è una capsula che giunta a maturità si apre. La capsula contiene numerosi semi irregolari di color marrone scuro.

Leggi tutto: Rapunzia (Oenothera biennis)

Scarlina (Galactites tomentosa)

FAMIGLIA: Asteraceae.

NOMI VOLGARI: Spina bianca.

DESCRIZIONE: Pianta erbacea bienne con fusto eretto pubescente, bianco-tomentoso, alto fino ad 1 metro, ramificato in alto e con ali di aspetto variabile provviste di spine. Foglie lunghe 10-20 cm, pennatosette, verdi, sopra generalmente variegate di bianco, di sotto bianco-tomentose, dotate di spine robuste, ordinate sui margini. Raramente si presentano a lamina quasi intera oppure al contrario sono ridotte alle sole nervature irte di spine. Fiori in capolini isolati o riuniti in fascetti, composti di soli fiori tubulosi bianco-lilla o rosa-porpora, con involucro campanulato; squame involucrali non raggianti, intere, spesso ragnatelose, triangolari con una lunga spina apicale scanalata di sopra; fiori centrali ermafroditi, tetraciclici, pentameri con sepali ridotti ad una coroncina di squame o reste persistenti nel frutto, petali con la porzione inferiore saldata a tubo e corolla lunga circa 2 cm; fiori periferici sterili con corolla più lunga e raggiante; 5 stami con filamenti concresciuti ed antere saldate in un manicotto circondante lo stilo unico con stimma profondamente bifido; 2 carpelli formanti un ovario infero. Frutto : achenio compresso con coroncina emisferica e pappo di setole piumose biancastre di 13 mm.
Inpollinazione entomogama e disseminazione anemocora.

Leggi tutto: Scarlina (Galactites tomentosa)

Stoppione maggiore (Cirsium Vulgare)

Famiglia: Compositae

Altri nomi: Cardo asinino,Stoppione maggiore, Spione maggiore, Cardoncello maggiore.
 
Forma biologica: H. bienn. Emicriptofite bienni. Piante a ciclo biennale con gemme poste a livello del terreno.

Descrizione: pianta erbacea biennale con fusto eretto, ramoso completamente coperto di aculei di 3 mm. ca. con ali spinose, può raggiungere anche i 2 metri di altezza. Foglie rade, decorrenti lungo il fusto, di un colore verde sopra, biancastre e tomentose sotto, profondamente incise, più o meno triangolari-lanceolate, a lobi ineguali, terminanti con una spina giallastra . Infiorescenze a capolino, racchiuso da un involucro ovoide lungo 3-5 cm.con brattee terminanti con spina a punta triangolare e corolla rosso porpora. Fiori ermafroditi, impollinazione tramite farfalle ed api. I frutti sono acheni di 3-4 mm., con pappo bianco setoloso di 2-3 cm.

Leggi tutto: Stoppione maggiore (Cirsium Vulgare)

Stoppione minore (Cirsium arvense)

FAMIGLIA: Composite.

NOMI VOLGARI: Stoppione, Scardaccione, Cardo campestre, Scuppone, Cirsio, Rattarola.

DESCRIZIONE: Piante a ciclo biennale con fusto eretto, può raggiungere i 2 mt. di altezza. I rami sono completamente coperti da aculei. Le foglie di colore verde sopra, biancastre sotto, terminano con una spina acuminata. I fiori ermafroditi sono di un bellissimo rosa acceso e sono racchiusi da un involucro ovoidale con bratte terminanti con numerose spine. I frutti sono acheni di 3-4 mm., con pappo bianco setoloso. Il genere Cirsium appartiene alla tribù delle Cardueae (da alcuni autori indicata come Cynareae), tribù che il Sistema Cronquist assegna alla sottofamiglia Cichorioideae e che invece la classificazione APG colloca nella sottofamiglia Carduoideae.

Leggi tutto: Stoppione minore (Cirsium arvense)

Tarassaco (Taraxacum officinale)

FAMIGLIA: Composite.

NOMI VOLGARI: Denti i liuni - Dente di cane - Piscialetto - Soffione - Tala - Barba del signore - Maccalume - Pisciacane - Girasole selvatico - Bugia Ingrassaporci - Radicione.

DESCRIZIONE: Pianta erbacea perenne, di altezza compresa tra i 30-50 cm. provvista di una grossa radice a fittone bianca all'esterno, e scura all'interno, ha uno stelo fiorale, che se reciso, lascia uscire un lattice bianco. Le foglie del tarassaco sono con i lobi triangolari dentati (da qui il nome di dente di leone), di colore verde intenso, sono ricche di vitamine e sali minerali, i fiori sono di un bel colore giallo oro, sono solitari, eretti su lunghi steli spesso rossicci, e appaiono tra aprile e ottobre, verso il tramonto e se il cielo è coperto i capolini restano chiusi. I frutti sono acheni grigiastri, sormontati da un pappo di setole bianche.

Leggi tutto: Tarassaco (Taraxacum officinale)

Vedovina marina (Scabiosa maritima)

FAMIGLIA: Dipsacaceae.

NOMI VOLGARI: Vedovina marina - vedovina marittima.

DESCRIZIONE: Pianta polimorfa, di facile ibridazione con altre speci, biennale o perenne con un'altezza che può arrivare a circa 120 cm. Presenta fusti eretti ramificati, le foglie verso la sommità del fusto si dividono progressivamente. L'infiorescenza, e formata da numerosi fiori a corolla di colore lilla, quando i petali dei fiori si essicano, si presenta una specie di bulbo con spine delicatissime e non pungenti. Il frutto è un achenio caratterizzato da un corona di peli tipo spine.

Leggi tutto: Vedovina marina (Scabiosa maritima)