Giovedì 18 Ottobre 2018

Accoppiare in consanguineità

Si definisce soggetto consanguineo quello che ha un numero di geni omozigoti superiore alla media della razza e conseguentemente variabilità dei geni inferiori. 

Le conseguenze GENETICHE della consanguineità sono:

  • incremento dell’omozigosi e di conseguenza riduzione della variabilità genetica;
  • aumento dell’incidenza dei caratteri recessivi sia positivi che negativi con possibile aumento delle anomalie ereditarie;
  • depressione da inincrocio (in antitesi al vigore dell’ibrido).

Premettendo che ogni specie sopporta in modo diverso lo stesso livello di consanguineità, le conseguenze PRATICHE possono essere sia positive che negative.

Leggi tutto: Accoppiare in consanguineità

Alimentazione in allevamento

L’alimentazione è l’aspetto più importante dell’allevamento dei canarini. I canarini sono considerati uccelli granivori (che si alimentano di semi), tuttavia la dieta naturale degli uccelli granivori molto raramente è rappresentata da semi secchi, che spesso rappresentano invece la dieta di base degli uccellini in cattività. La maggior parte dell’anno, gli uccelli granivori allo stato libero consumano semi freschi direttamente dalla pianta. Questi semi hanno un valore nutritivo molto maggiore dei semi secchi conservati per mesi, se non per anni, che hanno perso buona parte del loro contenuto vitaminico, e sono talvolta attaccati da muffe o irranciditi.

Inoltre in natura gli uccelli "granivori" consumano sempre una parte di proteine animali sotto forma di insetti.

Leggi tutto: Alimentazione in allevamento

Anellini della F.O.I. Onlus

Per poter  partecipare  alle  Manifestazioni  Ornitologiche,  occorre che gli uccelli abbiano alla propria zampina un anellino che riporta i dati dell'allevatore, mediante una sigla  - R.N.A. -  l'anno  di  nascita  del  soggetto  e un numero  progressivo, attraverso il quale è possibile risalire ai genitori, contattando l'allevatore che avrà avuto  cura  di registrare  i  dati  genealogici  in  appositi  registri. Gli  anellini,  al momento sono disponibili  in  alluminio e  in acciaio, a seconda  del tipo di uccello che li deve ricevere e possono essere ottenuti solo  attraverso l'iscrizione ad una delle oltre duecento Associazioni aderenti alla F.O.I. Onlus. Ovviamente  per ogni razza di uccello è previsto un anello con diametro appropriato, perchè la condizio-ne essenziale è che questi anellini siano inamovibili e quindi avranno vari diametri.

Leggi tutto: Anellini della F.O.I. Onlus

Argento Colloidale Ionico

Le proprietà dell’argento colloidale:
- “Antibiotico” naturale - Antibatterico - Antifungino - Antinfiammatorio - Antiparassitario – Decongestionante delle mucose - Antiossidante

Le proprietà di una soluzione di argento ionico/colloidale ben preparata sono, in molti casi, un’ottima alternativa all’uso di un antibiotici ad ampio spettro, con in più un’elevata capacità antinfiammatoria e tutto questo senza nessuna controindicazione. In più è anche un potente disinfettante adatto a qualsiasi uso. L’argento è un minerale che non è possibile assumere in quantità sufficiente attraverso l’alimentazione. Il Dr. Robert Becker, un noto ricercatore della Syracuse University, riconosce

Leggi tutto: Argento Colloidale Ionico

Coppia fissa o maschio volante?

coppia di canarini

Il nuovo anno ripropone il consueto appuntamento con la tanto sospirata ed attesa riproduzione dei nostri beniamini alati. Fase topica di tutto l'intero ciclo produttivo ornitocolturale. Fatidica "prova della verita'" circa il valore reale del nostro ceppo! Una buona riproduzione, sia sotto il profilo quantitativo che qualitativo, sara' indice di uno stock di riproduttori di pregio. Anche se il cosiddetto "management", cioe' la tecnica di conduzione dell'aviario, puo' influenzare non poco la performance riproduttiva dei nostri razzatori.

In questo periodo, allorche' ci si accinge a preparare cestini da cova, sfilacce, bambagia da imbottitura e le tradizionali - sempre "magiche" - uova finte di plastica, a molti canaricoltori si riproporra' il dilemma di sempre: assortire coppie fisse, o utilizzare i migliori maschi razzatori con più femmine? Vediamo allora di analizzare la questione, cercando di coglierne i vari aspetti. E' a tutti noto che la capacita' procreatrice del maschio e', sotto l'aspetto quantitativo, maggiore di quella di una qualsiasi femmina. Cio' non solo nei mammiferi, ma pure negli uccelli non strettamente monogami come il nostro canarino.

Leggi tutto: Coppia fissa o maschio volante?

Dieci regole basilari e fondamentali per essere dei bravi allevatori

Per chi vuole iniziare ad allevare uccellini.. per chi ha iniziato da poco.. e per chi vuole semplicemente accertarsi di non essersi dimenticato nulla..
dieci regole basilari e fondamentali per essere dei bravi allevatori, rispettando prima di tutto gli uccellini.

Analizziamo insieme punto per punto per capire perchè queste regole sono importanti e vanno rispettate. E badate bene, non pensate che trasgredendo ad una sola di queste regole state facendo lo stesso un buon lavoro, se un uccelino sta bene fisicamente non è detto che lo sia anche a livello psicologico, e che col tempo non si ripercuoterà sulla sua salute fisica, quindi non facciamo spallucce dicendo "a me sembra felice", quel sembra può essere una grande maschera per nascondere il nostro egoismo e la nostra pigrizia. Ma se vogliamo essere allevatori e non mercenari dobbiamo amare e rispettare questi animali e non possiamo farlo se non ci preoccupiamo anche del loro benessere psichico, se non altro perchè siamo umani e abbiamo un cuore che dovrebbe essere lo strumento chiave per il quale siamo entrati in questo mondo!

Leggi tutto: Dieci regole basilari e fondamentali per essere dei bravi allevatori

Echinacea: un rimedio naturale a supporto del sistema immunitario

Introduzione: Nella moderna serinicultura sono stati introdotti numerosi integratori alimentari utilizzati come functional feed ossia come mangimi in grado di apportare effetti benefici sulla salute degli animali. L’utilizzo di echinacea quale integratore alimentare, nonostante l’elevato costo, ha riscosso negli ultimi tempi un grande successo tra gli allevatori.

Leggi tutto: Echinacea: un rimedio naturale a supporto del sistema immunitario

Gestione Luce in allevamento

Affrontiamo ora il delicato e complesso argomento che riguarda l'influenza della luce nella vita degli uccelli. I dati che riporterò sono frutto della mia personale esperienza e possono essere utili a coloro che vogliono gestire senza sorprese il ciclo riproduzione/riposo del proprio allevamento.

Leggi tutto: Gestione Luce in allevamento

Glossario dei termini usati in ornitologia

ALBINISMO - L'albinismo è un'anomalia ereditaria piuttosto rara che consiste nell'incapacità di produrre melanina, il pigmento delle piume, dei peli, della pelle e dell'iride degli occhi. Si deve ad una combinazione di alleli recessivi che determinano una scarsa produzione dell'enzima tirosinasi, necessaria per la sintesi della melanina.

Leggi tutto: Glossario dei termini usati in ornitologia

Ibridi realizzabili con il canarino

Il fringillide che più viene usato in ibridazione è il canarino, animale di facile allevamento, dalle doti canore piacevoli e dotato di una buona prolificità. In giro ce ne sono di tante mutazioni (canarini di colore) e di forma e posizione (lisci ed arricciati). Gli ibridi più belli si ottengono con canarini di colore, da cui, tramite accoppiamenti mirati possiamo avere una prole ibrida mutata. Ora veniamo alle specie con cui possiamo accoppiare il canarino:

Ibridi di canarino x avifauna europea

Leggi tutto: Ibridi realizzabili con il canarino

Il canarino di colore nerobruno

Canarino nero giallo intenso
Il canarino di colore nerobruno - come molti certamente sapranno - oggi viene denominato semplicemente: "Nero". Impropriamente - a mio avviso - dal momento che, sebbene gli attuali orientamenti selettivi impongano, giustamente, la drastica riduzione della feomelanina bruna, questa di fatto non e' totalmente scomparsa dagli odierni ceppi di "Neri". Per fortuna - aggiungerei - poiche' la totale esclusione del pigmento feomelanico, dal piumaggio del nostro melaninico - quand'anche fosse praticabile - andrebbe a discapito di qualita' e quantita' del disegno. Tuttavia sono da sempre favorevole alla riduzione per via selettiva della feomelanina, sin da quando - nel lontano 1986 - iniziai ad allevare il canarino nerobruno. In quel tempo lo standard di razza dell'uccellino prevedeva espressamente l'esistenza nel piumaggio di generose aliquote di pigmento feomelanico bruno, in stretta consociazione con l'eumelanina nera. Onde la denominazione del Tipo, per l'appunto "nero-bruno".

Leggi tutto: Il canarino di colore nerobruno

Il corretto regime alimentare dei canarini di colore

Parlare di dieta del canarino equivale a discutere della formazione di calcio della nazionale: ognuno ne ha una sua. Chi inizia ad allevare fa affidamento sulle esperienze altrui, ma poi, dopo aver preso dimestichezza con i piccoli piumati, comincia a sperimentare nuovi alimenti, un po' attratto dalle mode del momento, un po' perche' in ognuno di noi alberga uno spirito innovativo ed al contempo ingegnoso, che ci porta a sperimentare nuove soluzioni, non sempre valide. Mai paghi, dopo aver adottato un certo regime alimentare si e' indotti a mutarlo nel corso degli anni, anche se il precedente aveva dato buoni risultati. Da sempre argomento dibattuto, quello della giusta alimentazione e' oggetto di notevoli varianti ed interpretazioni. Eppure il segreto di una corretta dieta e' dietro l’angolo, basta guardare il comportamento degli animali in natura. 

Leggi tutto: Il corretto regime alimentare dei canarini di colore

Il sessaggio dei canarini

Maschio: il maschio adulto ed in estro ha uno pseudo-pene che origina dalla cloaca, del diametro di una gomma di quelle delle matite, allungato, talora bottonuto e con estremita' rivolta verso l'alto
Quando i canarini raggiungono la maturita' sessuale, diventa abbastanza facile definirne il sesso. Comunque sia, il sessaggio dovrebbe essere effettuato prendendo in considerazione piu' elementi: un'analisi visiva e comportamentale approfondita, infatti, porta ad una maggiore precisione nei risultati. Devo dire che tutti gli esperti sembrano d'accordo nel considerare un indizio inconfutabile per il sessaggio dei canarini il seguente: se depone un uovo, e' una femmina. Oltre a questa unica certezza, c'e' sempre un margine d'errore.

Leggi tutto: Il sessaggio dei canarini

L'embrione e il suo sviluppo: Uovo Amniotico

L'uovo amniotico, comparso per la prima volta nei rettili è tipico anche degli uccelli, fu un'importante conquista evolutiva di adattamento all'ambiente terrestre. In esso infatti l'embrione, protetto dalla disidratazione, può sopravvivere fuori dall'acqua: il tuorlo gli fornisce le sostanze alimentari, l'albume costituisce la riserva idrica e di alcuni elementi nutritivi, mentre l'allantoide, un'estensione del suo stesso intestino, raccoglie le sostanze di rifiuto.

Leggi tutto: L'embrione e il suo sviluppo: Uovo Amniotico

L'importanza della Quarantena

La Quarantena è una delle buone norme da adottare ogni qual volta andiamo ad introdurre nuovi soggetti a quelli che già avevamo. Non è una pratica superflua o che possiamo prendere alla leggera è invece di fondamentale importanza per la prevenzione e il mantenimento in buona salute dei nostri volatili.

Vediamo nello specifco cos'è la quarantena:
la quarantena è un periodo di isolamento per così dire a cui vanno sottoposti i nuovi acquisti prima di introdurli insieme ad uccellini che già avevamo. Come dice il termine stesso il periodo deve essere di circa 40 giorni, è consigliabile non aspettare di meno, questo perchè l'incubazione di alcune malattie può variare e potremmo avere spiacevoli sorprese in seguito;

Leggi tutto: L'importanza della Quarantena

La Muta

Il piumaggio degli uccelli ha una struttura delicata e finisce per rovinarsi col passare del tempo, da quì la necessità di un suo rinnovo totale una volta l'anno, al termine della stagione riproduttiva.

In verità gli uccelli possiedono ghiandole a secrezione interne che, vengono attivate da alcuni ormoni, deputate a particolari attività e che entrano in funzione in determinati periodi dell'anno influenzate dalla durata giornaliera della luce (fotoperiodo). L'attività di queste ghiandole si traducono esteriormente in iper-attività o ipo-attività. La muta è provocata dalla riduzione del fotoperiodo naturale o ambientale che incrementando gli ormoni della tiroide, provoca una brusca caduta nel sangue del tasso di ormoni sessuali e causa l'involuzione ormonale delle gonadi ed il termine della fase riproduttiva.

Leggi tutto: La Muta

La speratura delle uova

La speratura delle uova è una pratica molto usata per sapere se nelle uova dei nostri uccellini si sta sviluppando l'embrione. Capita infatti abbastanza frequentemente che vengano deposte delle uova non fecondate (dette uova bianche). La speratura permette di monitorare la situazione e gettare via le uova bianche, per evitare che la femmina resti sul nido per settimane a covare inutilmente uova vuote. Vediamo come procedere.

Leggi tutto: La speratura delle uova

Le Razze Inglesi dei Canarini

Con quest’articolo vorrei iniziare uno spazio dedicato alle “Razze inglesi del Canarino”, così denominate in quanto loro paese d'origine o comunque evoluzione é stata la Gran Bretagna, ora classificate come “Canarini di forma e posizione lisci”. Uno spazio rivolto a quegli allevatori che in seno all'A.A.A. hanno già scelto o sceglieranno di allevare tali tipi di canarini. Certo, la percentuale dei nostri soci che attualmente vi si dedicano non é molto alta (circa il 10%) ma mi auguro che questi scritti possano fare nascere in persone che allevano altre razze la voglia, senza nulla togliere ad altre specializzazioni, di iniziare ad allevare i canarini di forma e posizione lisci.

Leggi tutto: Le Razze Inglesi dei Canarini

Lo stress degli uccelli

Ritengo che parlare di stress nel periodo delle mostre sia cosa piu' che interessante, perciò qualche chiarimento va fatto in proposito. Con il termine "stress" cioè "sforzo-tensione " non so di definisce chiaramente ciò che intendiamo quando ci riferiamo agli animali in generale e agli uccelli in particolare. Infatti attribuiamo allo stress tutta una serie di fenomeni le cui cause immediate sfuggono all'allevatore. Vorrei a tal punto elencare tali cause per identificarle, evitarle o eliminarle, e ridare salute ai soggetti colpiti. Lo stress si può definire una reazione dell'organismo a quei fattori negativi che l'uccello deve affrontare e che sono:

Leggi tutto: Lo stress degli uccelli

Mortalità embrionale e neonatale in canaricoltura

La canarina è un animale poliestrale stagionale ovvero soggetta a un numero variabile di cicli durante la stagione riproduttiva. La stagione più favorevole per i nati é quando c’è aumento di luce, di temperatura e di cibo. Questo ha portato gli allevatori ad intervenire tecnologicamente su questi tre fattori, mettendo in atto programmi di luce di temperatura e di iperalimentazione.

Leggi tutto: Mortalità embrionale e neonatale in canaricoltura

Nuove leggi per il trasporto uccelli

DISCIPLINARE relativo alla protezione durante la movimentazione sportiva e non commerciale di uccelli d’affezione da gabbia e da voliera.

Il presente Disciplinare intende definire le misure atte a garantire un livello di sicurezza sufficiente per i rischi sanitari intra e interspecifici relativi agli uccelli d’affezione, da gabbia e da voliera, nonché per i rischi relativi alla tutela del loro benessere durante l’allevamento, l’esposizione, il trasporto e gli spostamenti in genere, come imposto dal Regolamento (CE) N.° 1/2005 e dalla Lettera 0017428-P-28/08/08 del Ministero Salute.

Leggi tutto: Nuove leggi per il trasporto uccelli

Schema vitamine

Breve precisazione: “è importante non abusare nell’uso delle vitamine, specialmente di quelle liposolubili, perché a lungo andare provocano delle lesioni agli organi interni compromettendo la salute dei piccoli uccellini.

VITAMINA A Olio di fegato di merluzzo, uova, carote, spinaci e melone.
  • Facilita la visione notturna, epitelio protettrice, aiuta la formazione dell’apparato visivo.
  • Migliore resistenza alle infezioni, migliore qualità del piumaggio.
  • Liposolubile: accumulata nel grasso viscerale e sottocutaneo.

 

Leggi tutto: Schema vitamine

Tabelle Nutrizionali

Le vitamine

Le vitamine sono sostanze di estrema importanza per l’organismo umano e animale, a tal proposito a mio parere è una buona abitudine provvedere all’integrazione in acqua di una quota vitaminica per almeno 5-6 giorni ogni mese.

Le vitamine, presenti negli alimenti sono più che sufficienti secondo molti, ma non mi trovo d’accordo su questa affermazione, dato che forse le persone che esclamano ciò non conoscono i meandri e la complessità degli organismi viventi.

Leggi tutto: Tabelle Nutrizionali

Tecnica degli accoppiamenti

La creazione di un ceppo
NOZIONI GENERALI

Gli obiettivi che un sistema razionale di accoppiamenti si propone di conseguire sono essenzialmente due:

  1. ottenere soggetti con caratteristiche espositive e fisiche (salute, integrità fisica fertilità, predisposizione alle cove all'allevamento ecc.) ottimali.
  2. ottenere un ceppo di soggetti con caratteristiche omozigoti , cioè sicuramente trasmissibile alla prole.

Solo così si è certi quali caratteristiche si otterranno nei novelli, riducendo al minimo la possibilità di trasmettere difetti.
La via più breve e sicura per conseguire questi risultati è quella di procedere con accoppiamenti consanguinei partendo da uno o da entrambi i soggetti con ottime caratteristiche. L'accoppiamento tra consanguinei ha permesso in ornitologia di perfezionare e fissare le caratteristiche interessate con maggiore garanzie in fatto di trasmissione dei pregi alla prole.
L'accoppiamento in consanguineità ha come obiettivo quello di portare in modo visibile sia i pregi che i difetti del patrimonio ereditario. E' bene osservare quali sono le caratteristiche trasmesse dai vari soggetti utilizzati in quanto manifestandosi dominanti si potranno trasmettere in una percentuale elevata. Ogni sforzo dell'allevatore va finalizzato ad ottenere la "dominanza" delle migliori caratteristiche per mascherare gli inevitabili difetti.
Per contro però esistono delle controindicazioni nel seguire in modo indiscriminato questo tipo di accoppiamento in quanto i riproduttori con una comune dotazione genetica (proprio perché consanguinei) possono facilmente generare prole malata.
Infatti viene aumentata la possibilità che entrambi i genitori siano portatori di tare ereditarie latenti, cioè tare a carattere recessivo che se si incontrano in entrambi i genitori si manifestano nella prole.

Leggi tutto: Tecnica degli accoppiamenti

Tipologie di anellini 2018

NUOVE TIPOLOGIE DI ANELLI


Il CDF comunica che, in occasione della visita presso lo stabilimento della Società Demerio, sito in Caluso (TO), ha avuto un incontro tecnico conseguentemente al quale, a conferma della delibera del 22-23 aprile 2017, si dispone il ritorno alla progressività numerica degli anellini indipendentemente dalla tipologia degli stessi.
É stato inoltre concordato che, qualora l’ordine dovesse esorbitare il numero complessivo di 999 anellini, la numerazione proseguirà in ordine numerico e non come precedentemente deliberato nel medesimo verbale con sistema alfanumerico.
Il CDF delibera, a partire dalla campagna dell’anno 2018, la variazione della dimensione del diametro interno e dell’altezza dei seguenti tipi di anellini:

  • L’anellino di tipo “X” avrà quali dimensioni mm. 3,1 di diametro interno e mm. 4,2 di altezza;
  • L’anellino di tipo “B” avrà quali dimensioni mm. 2,9 di diametro interno e mm. 4,2 di altezza.
  • Tutte le altre tipologie di anellini rimangono inalterate.

Per ulteriore comodità e chiarezza di lettura alleghiamo alla presente l’elenco delle tipologie di anellini adottati per tutti gli uccelli (che si trova comunque pubblicato anche sul sito web istituzionale www.foi.it).
In particolare le Commissioni Tecniche Nazionali forniscono le indicazioni qui di seguito riportate:CTN Canarini di colore
Nella riunione del 9 giugno 2017 ha stabilito che tutti i canarini di colore verranno inanellati con anellino dal diametro interno di 3,1 mm e di altezza 4,2 mm, identificato con lettera X.La CTN/CFPL ed il Responsabile di Collegio, dopo aver sentito anche i pareri dei responsabili di diversi Club di Specializzazione, ha deliberato che saranno adottate le tipologie di anellini come da schema a seguire.

Leggi tutto: Tipologie di anellini 2018