Domenica 21 Ottobre 2018

DESCRIZIONE: Il Carbone vegetale possiede una notevole capacità assorbente dei gas e delle tossine intestinali. Il Carbone vegetale Essendo insolubile non viene assorbito dall'organismo del volatile e non provoca nessuna azione secondaria indesiderata. Contiene molti sali minerali basici, quindi e' un coadiuvante delle digestioni. Ha un potere assorbente e fa si che esso trovi utilità nelle malattie intestinali degli uccelli (diarree,dissenteria), e nelle intossicazioni da cibi guasti, farmaci assunti per via orale, per esempio, dopo un trattamento antibiotico. Molto utile nell' eliminazione dei minerali tossici immagazzinati nelle cellule, nei tessuti, e negli organi.

La somministrazione di carbone vegetale, può ridurre l’assorbimento di sostanze nutritive e di vitamine. È bene quindi evitarne l’uso per periodi prolungati. Se ne sconsiglia l' uso quando, al volatile viene fatto un trattamento con farmaci, (tipo trattamento antibiotico) perche' con il suo potere assorbente, riduce l'efficacia del farmaco somministrato.


CURIOSITA': Il carbone vegetale, è una polvere ottenuta dalla combustione di vari tipi di legno dolce (tiglio, pioppo, salice). E' utilizzato anche in caso di diarrea per le sue proprietà assorbenti. Gli uccelli che assumendo il carbone vegetale possono presentare le feci di colore scuro.


PROPRIETA': Il carbone vegetale possiede attività "assorbente", cioè è in grado di far aderire singole molecole alla sua superficie; mentre col termine "assorbente" si indica una sostanza capace d'impregnarsi (come può essere una spugna). Le minuscole particelle di carbone vegetale, trattenendo l'aria che si sviluppa a livello gastrico e intestinale, evitano gonfiore e tensione addominale. Infatti questa sostanza naturale da un lato ha la capacità di adsorbire i gas che si formano nello stomaco; dall'altro è in grado di spegnere bruciori e sfiammare le pareti gastriche in caso di acidità e gastrite, per la presenza di molti sali minerali di tipo basico. La sua assunzione insieme a piante carminative, cioè che favoriscono l'espulsione dei gas intestinali, è perciò indicata in presenza di meteorismo, aerofagia, colite, fermentazioni intestinali, grazie anche al blando effetto disinfettante a livello intestinale. Infine il carbone vegetale ostacola l'assorbimento di sostanze tossiche e favorisce l'eliminazione dei metalli pesanti che possono accumularsi in varie parti del corpo. Grazie alla sua capacità di trattenere gran parte dei veleni, la sua somministrazione rappresenta, anche, una classica strategia di intervento in caso di avvelenamento da funghi (seguita da quella di un purgante salino).

CONTROINDICAZIONI DEL CARBONE VEGETALE: Il carbone vegetale è controindicato in presenza di ostruzioni intestinali o appendicite. Data la sua elevata capacità di adsorbimento di gas e liquidi, può impedire l'assimilazione di farmaci (non devono mai essere assunti nell'intervallo compreso fra 30 minuti prima e 2 ore dopo l'assunzione di carbone vegetale), e sostanze nutritive. In letteratura non sono riportate altre controindicazioni o effetti collaterali.


- USO ORNITOLOGICO -

SOMMINISTRAZIONI: Vista la sua proprieta' di assorbente, puo' ostacolare, l' assunzione delle vitamine presenti nella dieta giornaliera, esso va usato con moderazione. Il carbonevegetale, può essere somministrato in apposita mangiatoia o mischiato a un' altro integratore minerale. In caso di somministrazioni di medicinali, il carbone come gli altri integratori minerali devono essere sospesi , in quando sono capaci di ostacolare l' assorbimento dei farmaci da parte dell' apparato intestinale.