Giovedì 18 Ottobre 2018

Un super integratore alimentare


La Spirulina un super integratore alimentare La Spirulina è una microscopica alga blu-verde (fitoplancton) a forma di spirale (origine del nome) che vive in acqua dolce, in particolare nei laghi dell’Africa e dell’America, comparsa sulla terra circa 3,5 miliardi di anni fa.  E’ stata una delle prime forme di vita vegetale in grado di sviluppare il processo di fotosintesi che, con la produzione e diffusione di ossigeno nell’atmosfera, ha consentito l’evolversi di forme di vita di livello superiore.

La Spirulina trasforma l’energia solare in una moltitudine di sostanze nutrienti bio-disponibili ed è il prodotto naturale, ad oggi conosciuto, che fornisce tali sostanze non solo in numero maggiore ma anche in concentrazione più alta. Tale alga è stata utilizzata per secoli dalle popolazioni indigene, in particolare in Messico dagli Aztechi che lo consideravano un cibo sacro e se ne cibavano prima delle battaglie. Ancora oggi è un alimento base delle popolazioni africane della Rift Valley dove la Spirulina cresce spontaneamente nei laghi vulcanici Da circa una ventina d’anni la Spirulina viene coltivata in modo naturale e biologico in grandi impianti che si trovano per la maggior parte in America. Viene conservata con un procedimento di disidratazione istantanea in modo da mantenere inalterate tutte le sostanze nutrienti. E’ disponibile al consumo in compresse, in tavolette oppure in polvere.


La Spirulina un tempo era protetta da brevetto, scaduto tale brevetto si è resa disponibile a costi accettabili, quindi è stata introdotta su larga scala nell’alimentazione animale, in particolare in itticoltura, pollicoltura e nell’allevamento di uccelli esotici, specialmente pappagalli. Negli anni ’90 è stata introdotta anche negli allevamenti amatoriali ed usata come integratore alimentare per fringillidi europei, canarini ed esotici di piccola taglia.


CONTENUTO E PROPRIETA'

La Spirulina contiene oltre 100 sostanze nutrienti, compreso l'intera gamma di vitamine e minerali. Le sostanze nutrienti sono facili da digerire ed altamente assorbibili perché gli zuccheri complessi che formano le pareti delle cellule si dissolvono istantaneamente al contatto con l’umidità e gli enzimi digestivi. La Spirulina è l'unico alimento vegetale contenente le proteine complete, contiene tutti gli otto amminoacidi essenziali nelle proporzioni ideali che l’organismo non può produrre autonomamente ed i dieci amminoacidi supplementari non essenziali.

 

In particolare contiene:

  • Proteine: in concentrazione più alta di qualsiasi altro alimento naturale. La Spirulina contiene dal 55% al 70% di proteine vegetali – senza contenuto di grassi e colesterolo, presenti invece negli alimenti ricchi di proteine animali – che sono digeribili per il 95%, mentre quelle della carne lo sono solo per il 18-20%;
  • Vitamine: la Spirulina possiede un’alta concentrazione di vitamine: A, B1, B2, B6, B12, D, E, H e K. La Spirulina è la più alta sorgente naturale di betacarotene (provitamina A), vitamina E e vitamina B-12.
  • Minerali: la Spirulina è ricca in minerali, contiene ferro, fosforo, calcio, zinco, potassio e magnesio in forma chelata (pre-digeriti dall’alga stessa) e quindi subito disponibili, senza ulteriori trasformazioni, per essere velocemente digeriti ed assimilati.
  • GLA (acido gamma linolenico): è un acido grasso essenziale raro della serie Omega-6, è una delle chiavi della salute, ha un'influenza diretta su funzioni importanti dell’organismo, quali la stimolazione e l'equilibrio ormonale, la crescita, il metabolismo ed il sistema immunitario.
  • Fitonutrienti: favoriscono la salute e la depurazione del sangue. Gli scienziati stanno scoprendo i benefici dei polisaccaridi, dei sulfolipidi, dei glicolipidi e dei pigmenti naturali che danno alla Spirulina un colore verde-cupo. Infatti la Spirulina è uno dei prodotti naturali che contiene la più alta concentrazione di clorofilla (pigmento verde), carotenoidi (pigmenti arancione), ficocianina (pigmento blu, pigmento raro contenuto solamente nelle alghe blu-verdi) e xantifille (pigmenti gialli). Questi pigmenti oltre ad avere delle eccellenti proprietà depurative sono una ricca sorgente di enzimi che favoriscono il metabolismo e la salute del sistema digestivo.

ALCUNI NUMERI DELLA SPIRULINA


Per comprendere meglio come la Spirulina sia un “concentrato” di sostanze nutrienti, possiamo confrontarla con altri alimenti classici più noti e normalmente usati.

La Spirulina contiene:

  • Betacarotene (provitamina A) 100 volte superiore rispetto a quanto contenuto nella papaia e fino a 25 volte superiore rispetto alle carote;
  • Calcio 5 volte superiore rispetto al latte intero;
  • Ferro organico 58 volte superiore rispetto agli spinaci e 28 volte superiore rispetto al fegato di manzo;
  • GLA (acido gamma linolenico) 3 volte superiore rispetto all’olio di semi di Rapunzia (Oenothera biennis);
  • Proteine 2 volte superiore rispetto alla soia, 3 volte superiore rispetto al pesce, pollo e carni rosse. 9 volte superiore rispetto al riso.
  • Vitamina B-12 4 volte superiore rispetto al fegato di manzo;
  • Vitamina E 3 volte superiore rispetto al germe di grano;
  • 1 kg di Spirulina fornisce un livello nutritivo superiore a 1000 kg di vegetali assortiti.


VANTAGGI IN ORNICOLTURA

La Spirulina viene usata da tempo con successo nell’allevamento degli uccelli di qualsiasi specie (pappagalli, canarini, fringillidi, ecc..) in quanto offre molteplici vantaggi giocando un ruolo fondamentale nell’esaltazione dei seguenti fattori:

  • Salute
  • Fertilità
  • Colore

Salute: la Spirulina possiede molteplici proprietà terapeutiche per esempio aumenta il tasso metabolico, rafforza il sistema immunitario, promuove lo sviluppo della flora intestinale, possiede proprietà antivirali e antiocancro, riduce il colesterolo nel sangue e sviluppa una azione protettiva su fegato e reni. Nell’intestino degli animali e degli uccelli in particolare, la presenza di colonie microbiche favorevoli, i cosiddetti “batteri buoni” (probiotici), è fondamentale per il loro benessere in quanto svolge una importante duplice azione: da un lato stimola e rafforza il sistema immunitario, dall’altro sviluppa un’ottima difesa contro l’invasione da microrganismi patogeni come funghi, protozoi, parassiti, candida, ecc..

L’alterazione della flora intestinale è causata principalmente da:

  1. alimentazione sbagliata,
  2. accumulo di tossine,
  3. abuso di medicinali.

Un’intestino sano pone i presupposti per un corpo sano e su questo fronte la Spirulina fornisce un validissimo aiuto. Centinaia di studi scientifici hanno dimostrato che la Spirulina favorisce la digestione e promuove le funzioni intestinali stimolando, per esempio, il lattobacillo ed il batterio bifido ed incrementando l’assorbimento dei nutrienti contenuti nel cibo. Inoltre protegge gli uccelli da germi patogeni resistenti agli antibiotici, quali Staphylococcus aureus, Candida ed E. coli, quindi risulta essere una valida e sicura alternativa naturale agli antibiotici. Visto le proprientà antivirali della Spirulina, nuovi studi scientifici, attualmente in corso, ne stanno verificando l’efficacia nel combattere la malattia di Newcastle.


Fertilità: le gonadi, ghiandole sessuali maschili (testicoli) e femminili (ovaie), vengono stimolate da due ormoni prodotti dall’ipofisi: l'FSH (ormone follicolo stimolante) e l’LH (ormone luteinizzante). Tali ormoni, non solo sono responsabili della maturazione degli organi riproduttivi, ma anche della crescita dei giovani organismi.
La Spirulina, essendo ricca in nutrienti, vitamine, proteine vegetali ed in particolare di acido gamma linolenico (GLA) promuove una corretta ed equilibrata produzione di tali ormoni e garantisce un alto livello di fertilità dei riproduttori. Uno studio scientifico condotto negli U.S.A. sulle quaglie ha verificato che, sottoponendo tali uccelli ad un regime alimentare standard integrato con dosi minimali di Spirulina, veniva raggiunto un alto livello di fertilità (96,1%) dei riproduttori consentendo, quasi, di raddoppiarne la produzione rispetto allo stesso regime alimentare privo di Spirulina.

Colore: la Spirulina è ricchissima di pigmenti naturali: la clorofilla (verde), la ficocianina (blu), le xantofille (giallo) ed, in particolare, i carotenoidi (arancio). La somministrazione di Spirulina durante il periodo della muta rende il piumaggio più lucido, più brillante e ne intensifica il colore, esalta il verde, il giallo, il rosso e perfino i toni blu. Allevamenti professionali di pappagalli hanno da tempo introdotto la Spirulina per esaltarne gli splendidi colori. Nell’Africa dell’Est il Fenicottero minore (Phoenicopterus minor) sviluppa i propri splendenti colori rosso e giallo con una alimentazione per la quasi totalità costituita da Spirulina selvatica che cresce spontaneamente nei laghi vulcanici della Rift Valley.


MODALITA' D'USO

La Spirulina può essere somministrata agli uccelli durante tutto l’arco dell’anno, in modo particolare se ne consiglia la somministrazione giornaliera nella fase di preparazione dei riproduttori, ovvero nel periodo pre-cove, nel periodo riproduttivo e durante la muta. Esistono svariate modalità di somministrazione ed una pletora di ricette già ampiamente sperimentate, sia di uso generale che di uso specifico per alcune specie. La Spirulina è da considerare un integratore alimentare e come tale deve essere usato senza esagerare, dosi massicce possono avere effetti controproducenti, opposti rispetto ai benefici perseguiti, un uso indiscriminato, visto l’alto contenuto di proteine, può facilmente causare diarrea. La dose normalmente consigliata varia dallo 0,5% all’ 1%, ovvero dai 5 ai 10 grammi per Kg di alimento. Nel caso la Spirulina venga aggiunta ad alimenti umidi è consigliabile non eccedere la dose dello 0,5%, su alimenti secchi può essere aggiunta in quantità maggiore, fino alla dose massima dell’1%. E’ bene evitare di lasciare la Spirulina a disposizione degli uccelli per troppo tempo, in particolare durante le giornate calde al fine di evitare fermentazioni che sviluppano sostanze dannose alla salute degli uccelli. A tale proposito è sempre buona norma sostituire tali alimenti almeno due o tre volte al giorno e, comunque, toglierli la sera in modo che non rimangano a disposizione degli uccelli il mattino seguente. L’unica nota negativa risiede nel fatto che la Spirulina tende a diminuire l’appetibilità degli alimenti (in modo particolare per i fringillidi europei, i canarini l’accettano subito senza problemi e ne sono ghiotti se fornita con couscous e/o frittata), quindi è buona norma insistere in modo da abituare gli uccelli al nuovo sapore.


QUALCHE RICETTA

Couscous e Spirulina: versare in una scodella una tazzina da caffè di couscous precotto ed una di acqua calda (dose 1/1) ed un pizzico di sale. Opzionalmente si può aggiungere un complesso multivitaminico, sia in polvere che liquido. Attendere che il couscous abbia assorbito tutta l’acqua – circa una decina di minuti – quindi aggiungere un grammo di Spirulina e mescolare bene con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo.

Frittata e Spirulina: in una scodella sbattere tre uova intere (tuorlo + albume) ed un pizzico di sale. A parte, versare un goccio d’olio ed un goccio di latte in un pentolino antiaderente e porlo sul fuoco, quando il latte comincia a “schiumare” aggiungere le uova sbattute in precedenza e mescolare bene fino ad ottenere un composto semisolido. Togliere il pentolino dal fuoco e versare la frittata su di un tagliere e sminuzzare finemente con un grosso coltello oppure con la mezzaluna. Quest’ultima operazione può essere effettuata in modo più veloce usando un passaverdura oppure un frullatore a bassa velocità. Al termine aggiungere un grammo di Spirulina ed amalgamare il tutto in modo omogeneo.

Uova sode e Spirulina: rassodare 3 uova in acqua bollente. Quando l’acqua inizia a bollire aggiungere le uova e lasciarle rassodare per circa 10 minuti. Successivamente sminuzzare le uova intere, guscio compreso, tramite un passaverdura oppure un frullatore a bassa velocità, aggiungere tre cucchiai da minestra di pastoncino secco (oppure farina di mais o pangrattato), un grammo abbondante di Spirulina e mescolare bene in modo che la Spirulina venga distribuita in modo uniforme.

Alternative: ci sono molti altri modi di fornire la Spirulina, per esempio agiungendola ai semi germinati, al classico “semolino”, oppure combinando tra loro le ricette illustrate in precedenza, per esempio couscous e frittata, oppure couscous e uovo sodo, ecc.. La Spirulina, inoltre, può essere fornita in modo molto più semplice e sbrigativo, per esempio:

  1. Spirulina tal quale: fornire attraverso la classica “linguetta”;
  2. Nel pastoncino: aggiungere la Spirulina nella dose dell’1% (10 grammi Kg) al pastoncino secco o morbido e fornirla in dose giornaliera;
  3. Sulla frutta: aggiungere la polvere di Spirulina direttamente sulla frutta, in particolare su fettine di mela, di pera, di banana, ecc.., ed appenderle alla gabbia trattenute dalle classiche “mollette”.


CONCLUSIONI

Con questo articolo non vogliamo affermare che la Spirulina è la panacea che risolve d’incanto tutti i problemi di alimentazione dei nostri amici alati, ma al contrario, vogliamo semplicemente illustrarne le rilevanti proprietà nutrizionali e benefiche sull’organismo degli uccelli, un validissimo integratore naturale, fondamentale nella preparazione di un regime alimentare completo in ambito ornicolturale. Prove effettuate da noi personalmente nell’allevamento dei fringillidi europei di piccola taglia (cardellini, organetti, lucherini, fanelli, ecc..), durante un intero anno solare, ne hanno verificato e dimostrato gli innumerevoli benefici sopra elencati.

Angelo Fumagalli