Domenica 21 Ottobre 2018

FAMIGLIA: Composite.

NOMI VOLGARI: Crespino spinoso - Grespigno spinoso - Cardedda mascula - Cardedda - Cardeddra - Cardedda spinusa.

DESCRIZIONE: Ha differenza del crespigno comune, il crespigno spinoso ha acheni lisci, foglie lucide, spinulose. Pianta eretta, alta da 30 a circa 100 cm. ha un fusto cavo e fragile, poco ramificato, la radice è piuttosto grossa e, se recisa, secerne un lattice bianco, come pure le altri parti della pianta. Le foglie, lucide, spesse, pungenti, ricordano i cardi. Ha fiori tutti ligulati di colore giallo pallido, succesivamente si forma il pappo, di color bianco lucente, che presto si sfalda nella disseminazione. Il frutto è un achenio costoluto e rugoso. Fiorisce tutto l'anno.

DISTRIBUZIONE E HABITAT: Pianta erbacea perenne che cresce spontaneamente in tutto il territorio fino a 2000 mt. slm. E' una pianta comunissima in tutti i terreni coltivati, poichè predilige il terreno smosso, ma la si trova anche nei terreni incolti. 

  • Geoelemento: il tipo corologico (area di origine) è Eurasiatico divenuto Subcosmopolita.
  • Distribuzione: questa specie è nativa del continente europeo; in Italia è presente ovunque. Si trova anche in Africa, Asia; in America e in Australia è considerata specie naturalizzata.
  • Habitat: il Sonchus asper vive in tutti i tipi di suolo, nei terreni incolti (ma anche colti come orti e vigne), in zone sabbiose in prossimità del litorale; vive anche ai margini delle strade, come erba spontanea. Il substrato preferito è calcareo ma anche siliceo con pH neutro, alti valori nutrizionali del terreno che deve essere mediamente umido.
  • Distribuzione altitudinale: sui rilievi queste piante si possono trovare fino a 1500 m s.l.m..
  • Dal punto di vista fitosociologico la specie di questa voce appartiene alla seguente comunità vegetale:
  • Formazione: delle comunità terofiche pioniere nitrofile
  • Classe: Stellarietea mediae

CURIOSITA': I semi di questa pianta possono restare senza germogliare fino a 8 anni. Nella medicina popolare la radice di questa pianta viene utilizzata come digestivo e come diuretico. Le foglioline possono essere consumate crude in insalata, quando la pianta è ancora piccola. Le radici, torrefatte, sono utilizzate come surrogato del caffè. Si utilizza lesso singolarmente o con altre verdure. Il suo sapore, rispetto a quello del crespigno comune, è di scarsa qualità.

PROPRIETA': Diuretico, ipoglicemizzante, digestivo, lassativo, depurativo.

- USO ORNITOLOGICO -

SOMMINISTRAZIONI: Quando inizia la maturazione dei semi.

SEME PREFERITO DA: Molto gradita dai cardellini.