Giovedì 18 Ottobre 2018

FAMIGLIA: Portulacaceae.

NOMI VOLGARI: Ntracchia - Porcellana - Procacchia - Procaccia - Sportellacchia - Porcellana comune.

DESCRIZIONE: Pianta annua, di aspetto erbaceo, con fusti cilindrici, cavi internamente, spesso di colore rossastro, molto ramificati, che si intende pogiata sul terreno, può arrivare all'altezza di 20 cm. Le foglie sono lunghe 1-2 cm. di colore verde chiaro, carnose esessili con apice tronco. I fiori piccoli solitari o in gruppi di 2-3 con petali di colore giallo, i fiori si aprono per poche ore durante il mattino, solamente quando c'è il sole. I frutti sono delle capsule contenenti moltissimi semini di colore nero. Questa pianta ha la capacità di far riserva d'acqua nelle foglie.

DISTRIBUZIONE E HABITAT: In Italia e comune un pò ovunque, cresce senza problemi in qualsiasi terreno, la si trova facilmente negli orti vicino le piante di pomodoro, nei campi, nei luoghi incolti fino a 1700 mt. slm.

CURIOSITA': In medicina, per uso interno, in caso di enterite acuta, dissenteria, emorroidi ed emorragie post-parto. Per uso esterno in caso di foruncoli, punture d'api ed eczema. Già nota agli antichi Egizi questa pianta compare nella letteratura medica cinese attorno al 500. In cucina le foglie, si consumano per la preparazione di ottime insalata. Le foglie si possono conservare sottaceto. Nelle foglie è stata accertata la presenza di acidi grassi omega 3.

PROPRIETA': Rinfrescante, tonica, febbrifuga, diuretica, antiscorbutica, depurativa, vermifuga.

- USO ORNITOLOGICO -

SOMMINISTRAZIONI: Raccogliere la pianta lontano da strade trafficate, somministrare agli uccelli in quantità non eccessiva, attenzione che un eccessivo sovradosaggio può provocare, delle infiltrazioni di rosso nel piumaggio degli uccelli.

SEME PREFERITO DA: Quasi tutte le speci di uccelli.