Giovedì 18 Ottobre 2018

FAMIGLIA: Asteraceae.

NOMI VOLGARI: Spina bianca.

DESCRIZIONE: Pianta erbacea bienne con fusto eretto pubescente, bianco-tomentoso, alto fino ad 1 metro, ramificato in alto e con ali di aspetto variabile provviste di spine. Foglie lunghe 10-20 cm, pennatosette, verdi, sopra generalmente variegate di bianco, di sotto bianco-tomentose, dotate di spine robuste, ordinate sui margini. Raramente si presentano a lamina quasi intera oppure al contrario sono ridotte alle sole nervature irte di spine. Fiori in capolini isolati o riuniti in fascetti, composti di soli fiori tubulosi bianco-lilla o rosa-porpora, con involucro campanulato; squame involucrali non raggianti, intere, spesso ragnatelose, triangolari con una lunga spina apicale scanalata di sopra; fiori centrali ermafroditi, tetraciclici, pentameri con sepali ridotti ad una coroncina di squame o reste persistenti nel frutto, petali con la porzione inferiore saldata a tubo e corolla lunga circa 2 cm; fiori periferici sterili con corolla più lunga e raggiante; 5 stami con filamenti concresciuti ed antere saldate in un manicotto circondante lo stilo unico con stimma profondamente bifido; 2 carpelli formanti un ovario infero. Frutto : achenio compresso con coroncina emisferica e pappo di setole piumose biancastre di 13 mm.
Inpollinazione entomogama e disseminazione anemocora.

DISTRIBUZIONE E HABITAT: Specie molto comune nei campi abbandonati, lungo le strade vegeta senza nessuna esigenza edafica anche oltre i 1000 mt. slm.

PROPRIETA': Astringente, stimolante, diuretica, ipertensivo, tonica.

- USO ORNITOLOGICO -

SOMMINISTRAZIONI: Somministrare la parte dei capolini con semi quasi maturi, per la raccolta usare un paio di guanti.

SEME PREFERITO DA: Tutti i carduelidi.